giovedì 14 novembre 2013

Fattoria sociale Tenuta Della Mistica



Domenica 27 ottobre c’era tanta gente a festeggiare l’apertura della nuova fattoria sociale della Tenuta della Mistica in un angolo della periferia urbana ancora indenne dall’invasione del cemento, nell’area tra la la Prenestina, Tor Tre Teste, Torre Maura e il Grande Raccordo Anulare. 



Ettari di terra e casali rurali per anni lasciati abbandonati, in attesa dell’ennesima speculazione edilizia, ma che fortunosamente il Comune di Roma ha reso disponibili per un uso sociale e solidale.
 


E’ stata una giornata intensa, piena di passione ed entusiasmo con una larga partecipazione dei cittadini dei quartieri limitrofi, delle associazioni, delle cooperative e con la presenza del vicesindaco Luigi Nieri e degli altri rappresentanti delle istituzioni locali. 

Questo importante risultato della Cooperativa Sociale Agricoltura Capodarco è stato possibile per il prezioso lavoro, passione ed energia di tutti i soci della cooperativa. Ma la realizzazione della Fattoria è anche il frutto del lavoro di rete , del coinvolgimento delle istituzioni e le realtà sociali del territorio e delle importanti risorse donate dalla Fondazione Vodafone.


Tutto questo è un punto di partenza e i palloncini lasciati volare dai ragazzi del laboratorio sociale e dai bambini presenti all’inaugurazione sono l’auspicio per una contaminazione positiva che dalla Mistica parte verso la città di Roma.
La periferia urbana può diventare un luogo d’incontro, socializzazione, fraternità, produzione di un’agricoltura buona e sana, in grado di vincere la crisi trasformandola in un’occasione di rinascita, su basi e valori nuovi.

Quei valori che sono oggi rappresentati dagli alberi che le associazioni del territorio hanno piantato nel Boschetto dei Valori: 16 alberi a cui sono associati altrettanti valori sui quali costruire un diverso modo di stare insieme, di creare sviluppo e di guardare al mondo.

Accanto al “boschetto dei valori” cresce anche l’Albero dei sogni a cui Don Franco ha voluto affidare il sogno di poter vedere realizzate le case famiglia per i figli disabili del “ dopo di noi”.

Tanti sogni e tante speranze per un domani diverso che parte dai territori e che nasce dalla solidarietà e dal rispetto duplice della Madre Terra e della dignità umana. Le terre pubbliche, le terre incolte, possono rappresentare l’occasione di un nuovo modello di sviluppo in grado di coniugare diritti sociali e diritti ambientali.

La Fattoria Sociale Tenuta della Mistica, con l’agricoltura sociale che sarà il cuore pulsante dell’azione e delle attività che si svolgeranno negli oltre 30 ettari di terreno coltivati, tutti con produzione biologica, con il suo punto vendita di prodotti biologici, con il boschetto dei valori , ospiterà molte e diverse attività, luogo di incontro e di socializzazione, spazio comune per sperimentare insieme ai tanti attori locali la forza della rete e della collaborazione per un nuovo modello di sviluppo.


Carlo De Angelis